Navigation

Coronavirus: Spagna prevede un crollo del Pil del 9,2% nel 2020

Madrid prevede poi un rimbalzo del Pil del 6,8% nel 2021. Sulla bandiera si può leggere: "Grazie, rimani a casa". KEYSTONE/EPA/JuanJo Martin sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 maggio 2020 - 19:59
(Keystone-ATS)

La Spagna prevede un prodotto interno lordo (Pil) in picchiata del 9,2% nel 2020 con due milioni di posti di lavoro persi e una disoccupazione al 19%. Sono le stime del governo di Madrid inviate a Bruxelles, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Efe.

La contrazione economica sarà dovuta al crollo dei consumi delle famiglie (-8,8%), degli investimenti (-25,5%) e delle esportazioni (-27,1%).

Madrid prevede poi un rimbalzo del Pil del 6,8% nel 2021, quando solo la metà dei posti di lavoro persi dovrebbe essere recuperata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.