Navigation

Coronavirus: stampa, epidemia mina aumento produzione iPhone

La produzione di iPhone potrebbe subire ritardi a causa del coronavirus (foto d'archivio) KEYSTONE/FR155217 AP/TONY AVELAR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2020 - 14:16
(Keystone-ATS)

Il coronavirus potrebbe impattare sui piani di Apple di aumentare la produzione di iPhone. Lo scrive il quotidiano economico Nikkei, secondo cui la compagnia californiana vorrebbe incrementare del 10% la produzione nel primo semestre di quest'anno.

Ma l'epidemia del virus - hanno avvisato i fornitori - potrebbe ritardare la tabella di marcia.

Apple avrebbe chiesto alle aziende asiatiche fornitrici di produrre 80 milioni di iPhone tra gennaio e giugno. Di questi, 65 milioni riguardano i modelli attualmente in commercio, mentre 15 milioni di unità sarebbero i nuovi iPhone economici che l'azienda - stando alle indiscrezioni - dovrebbe svelare a marzo.

I fornitori avrebbero però avvertito Apple che l'incremento della produzione potrebbe essere ostacolato dall'epidemia di coronavirus nella provincia cinese di Hubei, dato che le loro fabbriche principali si trovano nelle vicine province di Henan e Guangdong.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.