Navigation

Coronavirus: studio Mit, rischio 250 mln casi al mondo

Scene come questa del maggio scorso in Virginia (USA) potrebbero ripetersi anche l'anno prossimo senza un vaccino o una cura adeguata contro il Covid-19. KEYSTONE/EPA/MICHAEL REYNOLDS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2020 - 15:23
(Keystone-ATS)

Senza un vaccino o una cura adeguata per il Covid-19, lo scenario per il 2021 si prospetta drammatico: stando a uno studio del Massachusetts Institute of Technology (MIT), entro la primavera nel mondo potrebbero emergere 249 millioni di casi e 1,8 milioni di decessi.

Lo studio vede l'india come il paese più colpito, con una possibile crescita giornaliera di 287 mila casi attorno alla fine del 2021.

Secondo il modello di epidemiologia dinamica messo a punto dai ricercatori, sulla base dei dati ufficiali di 84 paesi fino a metà giugno, i primi dieci paesi che potrebbero registrare ancora nuovi casi di contagio alla fine del 2021 sono India, Usa, Sud Africa, Iran, Indonesia, Regno unito, Nigeria, Turchia, Francia e Germania.

Gli scienziati di Boston rilevano che le dimensioni della pandemia sono notevolmente sottostimate a livello globale, e che tutti i dati della positività e delle morti sono molto inferiori alla realtà.

"La maggioranza delle persone resta suscettibile al virus, in tutto il mondo", ha commentato il professor Rahmandad, leader del team: "siamo molto lontani dal raggiungimento dell'attesa immunizzazione di gregge".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.