Navigation

Coronavirus: tre casi in Cina, team del governo lascia Wuhan

L'emergenza legata al coronavirus in Cina è finita. KEYSTONE/AP/Sam McNeil sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 aprile 2020 - 15:37
(Keystone-ATS)

La Cina ha registrato domenica tre nuovi casi di coronavirus, di cui due importati e uno domestico rilevato nella provincia di Heilongjiang (nordest).

Gli ultimi dati della Commissione sanitaria nazionale, che escludono ancora altri decessi, sono maturati nel giorno in cui dopo tre mesi di lavoro sul campo il team del governo centrale, inviato per guidare le operazioni contro il virus con a capo la vicepremier Sun Chunlan, ha lasciato Wuhan e l'Hubei facendo rientro a Pechino.

La mossa, in altri termini, certifica che l'emergenza è finita dato che la situazione "di prevenzione e di controllo è tornata a livelli di lavoro regolare", ha riportato l'agenzia Xinhua.

I casi importati sono saliti a 1636, di cui 1009 risoltisi con la guarigione e 627 sotto trattamento, di cui 22 in condizioni gravi. I contagi totali nel Paese sono saliti a 82'830: 723 sono le persone ancora in cura, 77'474 i guariti e 4633 i decessi.

Sempre domenica, i nuovi asintomatici sono stati 25, portando il totale a 974, tutti sotto osservazione medica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.