Navigation

Coronavirus: usare poco mezzi pubblici, anche a Pasqua!

FFS e AutoPostale invitano a rinunciare a tutti gli spostamenti non essenziali. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2020 - 09:42
(Keystone-ATS)

A causa della pandemia di coronavirus, non vi sarà il tradizionale rafforzamento dell'offerta dei trasporti pubblici in Svizzera per Pasqua, ad esempio con treni supplementari o convogli più lunghi. Le FFS invitano la popolazione a rinunciare agli spostamenti inutili.

I trasporti pubblici svizzeri (TP) si sforzano di rispettare le regole di "distanza sociale" fissate dalle autorità, indicano stamane in una nota le Ferrovie federali svizzere (FFS), leader del settore.

Tuttavia, ciò è possibile solo se la gente rispetta in maniera coerente le istruzioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), evitando gli spostamenti non necessari. Chi, malgrado ciò, dovesse continuare a viaggiare è invitato a scegliere, quando possibile, treni a bassa occupazione, precisano le FFS.

Lo stesso vale per il trasporto di passeggeri su strada, ha indicato stamane alla Keystone-ATS il portavoce di AutoPostale Benjamin Küchler. Per Pasqua, ha aggiunto, l'invito è ancora più deciso: non utilizzate gli autopostali per escursioni o attività del tempo libero, ma solo per spostamenti davvero necessari.

Gli orari di AutoPostale e delle FFS sono stati ridotti sull'intera rete elvetica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.