Navigation

Coronavirus: USS, "pacchetto misure d'emergenza è passo importante"

USS soddisfatta. KEYSTONE/LUKAS LEHMANN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2020 - 17:38
(Keystone-ATS)

L'Unione sindacale svizzera (USS) accoglie con favore le nuove misure adottate dalla Confederazione in materia di coronavirus.

Per risolvere i problemi della politica del mercato del lavoro, il sindacato chiede tuttavia un'organizzazione di crisi congiunta fra governo e parti sociali.

In una nota diffusa dopo che il Consiglio federale ha comunicato le sue decisioni, l'USS precisa che con l'alleggerimento in materia di lavoro ridotto per i lavoratori con contratto a tempo determinato e per quelli retribuiti a ore e con le misure di sostegno per tutti gli operatori nell'ambito della cultura sono state soddisfatte importanti richieste.

Con queste garanzie di salario si assicura il reddito di molti lavoratori. Il passo successivo è quello di attuare queste decisioni nel modo più rapido e meno burocratico possibile, in modo che il denaro arrivi alla gente al più presto.

Tuttavia, secondo l'USS, la situazione per i salariati rimane tesa. Giorno dopo giorno emergono nuovi problemi nei singoli settori. Inoltre, le preoccupazioni per la salute e le paure economiche rischiano di degenerare in conflitti.

Per il sindacato è molto positivo che la Confederazione abbia pubblicato opuscoli e check-list. Tuttavia, nella maggior parte dei settori mancano ancora strutture di applicazione efficaci.

L'USS vede un potenziale di miglioramento anche nella collaborazione con le autorità federali: diversi Cantoni hanno già creato organizzazioni di crisi composte da governo e dalle parti sociali.

Insieme all'Unione svizzera degli imprenditori (USI), l'USS chiede la creazione di strutture simili a livello federale. Secondo il sindacato, qualsiasi azione unilaterale del Consiglio federale su questioni chiave di politica del mercato del lavoro potrebbe avere gravi conseguenze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.