Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I partiti politici non hanno una buona reputazione: sia in Svizzera che nel resto del mondo sono considerati l'istituzione più corrotta. È quanto mostra uno studio pubblicato oggi dall'organizzazione Transparency International (TI).

Nella Confederazione, il 43% degli intervistati sostiene che i partiti sono toccati da episodi di corruzione, rileva il sondaggio effettuato su circa 1000 persone. Si tratta in assoluto dell'istituzione considerata più corrotta, seguita dai media e dal settore privato. Al quarto posto si piazza il Parlamento. Circa il 40% sostiene inoltre che le corruzione sia aumentata negli ultimi due anni.

I risultati, secondo TI Svizzera, rilancia ciò che l'organizzazione richiede da anni: maggiore trasparenza nelle donazioni alle organizzazioni politiche. Secondo i risultati, l'opacità dell'attuale sistema gioca un ruolo importante nella reputazione fra i cittadini.

Nel trovarsi di fronte ad un caso di corruzione, il 92% degli svizzeri denuncerebbe il fatto. Si tratta di un dato molto più alto rispetto agli altri Paesi. Nell'Europa occidentale la quota si attesta al 73%.

Oltre alla Svizzera, l'organizzazione ha condotto la ricerca in altri 106 Paesi, sempre con un campione di 1000 persone per ogni Stato. I risultati evidenziano che la corruzione è un problema globale, si legge in un comunicato di TI.

A livello mondiale, il 54% delle persone ritiene che la lotta a questi fenomeni da parte dei governi sia inefficiente, quota che sale al 57% nell'Europa occidentale e crolla al 17% in Svizzera. Circa la metà degli intervistati sostiene che la corruzione sia aumentata negli ultimi due anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS