Navigation

Costa d'Avorio: attaccato convoglio Onu, casco blu ferito

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2010 - 20:30
(Keystone-ATS)

ABIDJAN - Un convoglio della missione dell'Onu in Costa d'Avorio, l'Unoci, è stato attaccato oggi ad Abidjan da una "folla numerosa", e un casco blu è stato ferito con un machete. Lo ha annunciato l'Unoci in un comunicato".
"Un convoglio di tre veicoli dell'Operazione delle Nazioni Unite in Costa d'Avorio (Unoci) che trasportava 22 caschi blu è stato attaccato martedì, nel quartiere popolare di Yopougon", ha reso noto l'Onu nel comunicato, precisando che il convoglio proveniva dall'interno del paese.
"Una folla numerosa ha circondato il convoglio - ha aggiunto il testo - ferendo un soldato a un braccio con un machete e incendiando uno dei tre veicoli".
Secondo la missione dell'Onu la situazione è "tornata alla normalità. Grazie all'intervento del generale Philippe Mangou, capo di stato maggiore delle forze fedeli al presidente uscente Laurent Gbagbo, delle quali il quartiere di Yopougon è una roccaforte.
Gbagbo ha chiesto che l'Unoci, da lui accusata di sostenere il suo rivale Alassane Ouattara, lasci la Costa d'Avorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?