Navigation

Costa d'Avorio: Ouattara, già previsto intervento militare

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 gennaio 2011 - 20:15
(Keystone-ATS)

Alassane Ouattara, il presidente ivoriano riconosciuto dalla comunità internazionale, afferma che "un intervento militare è già previsto" in Costa d'Avorio per cacciare dal potere il capo di Stato uscente Laurent Gbagbo. Ouattara si è espresso in un'intervista che verrà pubblicata domani sul quotidiano francese "La Croix".

"Tutto si sta mettendo in atto. L'intervento militare è già previsto, organizzato", afferma Ouattara nell'intervista, aggiungendo: "domenica ho parlato con il presidente nigeriano Goodluck Jonathan, mi ha assicurato la sua determinazione".

"È per questo - ha continuato il presidente - che i capi di Stato maggiore della Cedeao (comunità dei paesi dell'Africa occidentale, ndr) si sono riuniti martedì a Bamako".

La commissione elettorale della Costa d'Avorio ha proclamato Ouattara come vincitore del secondo turno del voto presidenziale dello scorso novembre. E anche la comunità internazionale lo ha riconosciuto come un leader legittimo. Nonostante i ripetuti appelli, il presidente uscente Laurent Gbagbo si rifiuta tuttavia di lasciare il potere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?