Navigation

Costi sanitari: 16 miliardi di trattamenti inutili

Miliardi spesi per cure inutili anche in Svizzera, secondo alcuni esperti KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2019 - 10:27
(Keystone-ATS)

Il 20% dei trattamenti medici risultano inutili, secondo gli studi condotti in vari paesi. Questo significa che in Svizzera sarebbe possibile risparmiare 16 miliardi di costi sanitari eliminando operazioni, farmaci ed esami superflui, afferma il Matin Dimanche.

Queste cifre sono una stima basata sui risultati delle inchieste condotte all'estero, in particolare negli Stati Uniti (circa 25% di trattamenti inutili), in Australia (20%) e in Olanda (20%), ha spiegato al domenicale Nicolas Rodondi, direttore dell'Istituto per la medicina di famiglia di Berna. "Non esistono dati per la Svizzera, ma non credo che i risultati sarebbero diversi", ha aggiunto.

Proprio per lottare contro i trattamenti medici in eccesso, nel giugno 2017 è stata fondata in Svizzera l'associazione "smarter medicine - Choosing Wisely Switzerland". Lo scopo è di sensibilizzare la popolazione al fatto che in alcuni casi "meno medicina può significare una migliore qualità di vita".

L'associazione ha anche pubblicato liste di trattamenti che risultano essere superflui. Sul settimane Rodondi e Jean-Michel Gaspoz, presidente di Smarter Medicine, hanno stilato un elenco di dieci esempi di cure inappropriate che vanno dall'eccesso di antibiotici per curare la sinusite, alle analisi del sangue a ripetizione negli ospedali, all'abuso di farmaci antinfiammatori, cateteri urinari e protettori gastrici. Questi trattamenti non solo sono inutili, ma possono anche generare effetti collaterali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.