Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aumento salariale dell'1% e retribuzioni minime ritoccate al rialzo di 100 franchi: è quanto chiede per l'anno prossimo la competente conferenza settoriale di Unia per pittori, gessatori e falegnami.

Le aziende hanno molto lavoro e gli stipendi sono inferiori a quelli del settore principale della costruzione, spiega il sindacato in un comunicato odierno. Unia auspica inoltre la rapida introduzione di un regime di responsabilità solidale per le società che utilizzano imprese in subappalto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS