Navigation

Credit Suisse: Ceo, volatilità continuerà

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2011 - 10:43
(Keystone-ATS)

Il Credit Suisse deve affrontare circostanze difficili. "Il basso livello degli interessi e le forti pressioni sul franco pesano sui proventi", afferma il Ceo Brady Dougan in un'intervista pubblicata oggi dalla "Neue Luzerner Zeitung".

Ma anche in questi tempi in cui l'ambiente è particolarmente ostile, la banca con il suo modello d'affari si rivela molto resistente, prosegue il presidente della direzione.

Alla domanda se il Credit Suisse riuscirà a realizzare un rendimento dei mezzi propri del 15% anche nei prossimi mesi, Dougan risponde che si vedrà. È difficile da valutare vista la momentanea situazione sui mercati dei capitali, rileva, mostrandosi tuttavia fiducioso per quanto riguarda il medio-lungo periodo. Il Ceo indica che la banca non si aspetta una rapida cessazione delle turbolenze sui mercati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?