Navigation

Credit Suisse: Ceo Thiam, non sapevo nulla di pedinamento

Il CEO di Credit Suisse Tidjane Thiam (foto d'archivio) KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2019 - 12:37
(Keystone-ATS)

Il CEO di Credit Suisse Tidjane Thiam non ha autorizzato nessuno a pedinare Iqbal Khan - sino a fine giugno responsabile della gestione patrimoniale di Credit Suisse e dal primo ottobre in forza a UBS - e non sapeva nulla al riguardo.

Lo ha detto oggi lo stesso Thiam, esprimendosi per la prima volta sul caso, nel corso della conferenza stampa sui risultati del terzo trimestre del numero due bancario elvetico.

La questione non ha nel frattempo avuto ripercussioni negative sull'attività di Credit Suisse. Non ci sono state lamentele da parte dei clienti a questo proposito, ha sottolineato.

A causa delle indagini in corso il CEO di Credit Suisse non ha potuto dire di più sulla questione. Si è inoltre rifiutato di esprimersi sulla possibilità che gli eventi possano influire sulla sua remunerazione, perché non è di sua competenza.

Mentre la sorveglianza dei trader è consueta il pedinamento dei dipendenti - come nel caso in questione - non lo è, ha detto rispondendo a una domanda.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.