Navigation

Credit Suisse: previsioni invariate Pil svizzero 2012, +0,5%

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2012 - 16:55
(Keystone-ATS)

Il Credit Suisse, contrariamente a diversi altri istituti, non ha riveduto verso l'alto le attese circa l'andamento del prodotto interno lordo (Pil) elvetico nel 2012. Gli esperti della banca mantengono la previsione di un tasso di espansione dello 0,5%, si legge in una comunicato diramato oggi.

Guardando al passato recente, l'economia svizzera ha mostrato una tenuta sorprendente, ma difficilmente potrà ripetere il ritmo di crescita. Il recente deterioramento della crisi dell'euro si è tradotto in un aumento della domanda di franchi, osserva il Credit Suisse.

Inoltre le prospettive meno buone per la congiuntura globale si riflettono in una compressione dei prezzi delle materie prime e quindi del livello dei prezzi in Svizzera che dovrebbe continuare a scendere per un periodo più lungo di quanto pronosticato finora. L'istituto si attende ora un indice dei prezzi in discesa dello 0,3% quest'anno, contro un aumento dello 0,4% indicato in precedenza.

Per il 2013 gli esperti della banca prevedono una crescita del Pil elvetico dell'1,5%, come già in marzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.