Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Credit Suisse registra perdita maggiore del previsto nel 2016 (foto d'archivio).

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Credit Suisse (CS) ha registrato lo scorso anno una perdita più grande del previsto. La seconda banca svizzera ha infatti chiuso il 2016 con un deficit di 2,71 miliardi di franchi.

In febbraio aveva annunciato una perdita di 2,44 miliardi. La causa del peggioramento del risultato è stato un addebito supplementare di 272 milioni, dovuto al rialzo degli accantonamenti a 300 milioni, indica CS oggi in occasione della pubblicazione del suo rapporto annuale 2016.

Questo importo sarà utilizzato per pagare la penalità finanziaria inflitta dalle autorità americane nella vicenda dei crediti ipotecari residenziali (RMBS) negli Stati Uniti.

Nel 2015 Credit Suisse aveva accusato una perdita di 2,944 miliardi di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS