Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le prescrizioni più severe in fatto di fondi propri inducono il Credit Suisse a sollecitare gli investitori: il numero due delle banche elvetiche vuole raccogliere sei miliardi di franchi con una emissione di "coco bond" (Convertible Contingent Bonds). L'operazione avverrà al più presto nell'ottobre 2013.

Il Credit Suisse ha annunciato oggi un accordo in tal senso con due investitori strategici: Qatar Holding e il saudita Olayan Group, entrambi già azionisti della banca.

I coco bond sono obbligazioni ibride bancarie, convertibili in azioni, che offrono rendimenti molto alti. Le obbligazioni vengono convertite in azioni solo se il Tier 1 (un coefficiente che indica il livello di patrimonializzazione di un'azienda) della banca che li ha emessi scende sotto una certa soglia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS