Sono salite a 19 le vittime della strage compiuto da un killer di 18 anni in una scuola professionale a Kerch. Lo riferisce il centro di medicina di urgenza della Crimea. Stando al governatore della Crimea Sergei Aksyonov, i feriti sarebbero 40.

Il killer di 18 anni ha aperto il fuoco dopo l'esplosione di un ordigno nella mensa dell'edificio. Lo ha chiarito il vice premier Igor Mikhailichenko dopo che per tutta la mattina si erano susseguite informazioni poco chiare sulla presenza e la conseguente detonazione di un ordigno.

"La sparatoria è avvenuta dopo l'esplosione. Il killer ha aperto il fuoco con un fucile da caccia. Le ragioni sono ancora da chiarire", ha spiegato Mikhailichenko.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.