Navigation

Criminalità in crescita, vicina a livello europeo

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 agosto 2011 - 09:56
(Keystone-ATS)

In Svizzera il tasso di criminalità è in crescita dal 2004 e si va avvicinando a quello europeo: sono in aumento i furti con scasso, gli atti di violenza e le minacce; le persone più colpite sono quelle che hanno meno di 26 anni. È quanto emerge da un sondaggio commissionato dalla Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali, realizzato dall'Istituto di criminologia dell'università di Zurigo.

Nel 2004, quando si tenne l'ultimo sondaggio di questo genere, il 5,1% degli interrogati dichiarò di essere stato vittima di un furto: oggi la percentuale è del 7,1%. Il rilevamento ha interessato un campione di 2000 persone e si basa su reati riferiti dagli interrogati, che non necessariamente sono stati ufficialmente denunciati.

In questi anni sono pure aumentate in modo sensibile le vie di fatto e le minacce - lesioni personali incluse - da 7,2% del 2004 all'attuale 10%. Malgrado queste cifre, una forte maggioranza della popolazione (73,9%) dichiara di aver fiducia nella polizia, fiducia che risulta maggiore tra le persone di una certa età e tra le donne.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?