Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Europa deve prendere azioni decisive: prima le prenderà meglio sarà. Così il presidente Barak Obama durante un evento di raccolta fondi a New York. "Continueremo ad avere venti contrari nei prossimi mesi", ma "non ritengo che gli Europei lasceranno" che si verifichi una disfatta dell'euro.

"Io uso gran parte del tempo cercando di lavorare" con gli europei, e il segretario al Tesoro, Timothy Geithner, "sta spendendo molto tempo a lavorare con loro".

"L'Europa è un problema e molte persone qui hanno affari con l'Europa" ha affermato Obama durante l'evento, al quale partecipavano alcune società di Wall Street. "Non ritengo che gli Europei lasceranno deragliare l'euro. Ma ora sono necessarie misure decisive".

"Nonostante la loro impopolarità, noi abbiamo preso misure decisive nel 2008 e nel 2009", evitando l'enorme problema che sta affliggendo non solo l'Europa, ma "l'intera economia globale". "Se stabilizziamo l'Europa e ci posizioniamo nell'istruzione, nella scienza, nell'energia e in altre aree come la riforma dell'immigrazione, a quel punto non c'è motivo perchè l'America non prosperi nei decenni a venire".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS