Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Grecia e Spagna spingono verso livelli record il rischio debito dell'Eurozona. L'indice Markit iTraxx dei credit default swaps sul debito sovrano che raggruppa i 15 paesi dell'Europa occidentale ha segnato un rialzo di 5,5 punti base a 164 punti riavvicinandosi ai massimi storici toccati il 4 giugno a 174,4.
I cds sul debito della Grecia sono saliti di 13 punti a 1.101 punti, riavvicinandosi al record di 1.125 toccato il 4 giugno in base ai darti Cma DataVision riportati dall'agenzia Bloomberg. I contratti sulla Spagna sono saliti di 9 punti al record di 275 punti.
Ai problemi finanziari di Grecia e Spagna si sommano le difficoltà delle banche europee non solo nel finanziarsi sul mercato dei capitali, ma anche nel far fronte ai prestiti della Bce in scadenza. Il primo luglio è in scadenza il maxi-finanziamento della Bce da 442 miliardi di euro e - stando alle stime di Barclays Capital - le banche di Spagna, Irlanda, Grecia, Portogallo e Italia hanno accumulato prestiti Bce in scadenza questa settimana per circa 151 miliardi.
I cds sono contratti con cui si scommette o ci si assicura rispetto al rischio di insolvenza degli emittenti di obbligazioni e un aumento segnala il deteriorarsi della percezione della qualità del credito.

SDA-ATS