Navigation

Crisi: Roubini, Grecia fuori da euro in un anno, poi Portogallo

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2012 - 16:14
(Keystone-ATS)

La Grecia potrebbe uscire dall'euro nel giro di un anno e potrebbe essere seguita dal Portogallo. Questa la fosca previsione dell'economista Nouriel Roubini, professore alla New York University che, nel corso di un panel al Forum economico mondiale di Davos, ha definito l'eurozona "un disastro ferroviario al rallentatore", che potrebbe distruggersi nel giro di 3-5 anni.

"Non tutti i paesi membri sono in grado di restare" nell'eurozona, ha detto Roubini, precisando che "la Grecia e forse il Portogallo potrebbero uscire dall'area euro, la Grecia entro i prossimi 12 mesi. Per il Portogallo potrebbe servire un pò più di tempo". L'economista, diventato celebre per aver predetto la crisi finanziaria, pronostica inoltre una dura recessione in Europa. C'è il 50% di probabilità che "nei prossimi 3-5 anni la zona euro vada in pezzi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?