Navigation

Crisi:cala in Svizzera patrimonio dei super ricchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2011 - 10:36
(Keystone-ATS)

La crisi finanziaria ha avuto ripercussioni sulla sostanza che le persone fisiche hanno dichiarato al fisco. Nel 2008, i patrimoni sono infatti globalmente diminuiti del 5,1% rispetto all'anno precedente. Ad essere colpiti sono soprattutto i multimilionari.

In un anno gli attivi detenuti dai cittadini sono scesi di 69 miliardi di franchi a 1279 miliardi, afferma una statistica pubblicata dall'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC). Ciò corrisponde a un calo medio di 15'000 franchi per ogni contribuente.

Questo calo della ricchezza è essenzialmente dovuto alla forte riduzione dei grossi patrimoni. Alla fine del 2008 in Svizzera c'erano 8803 persone che avevano una sostanza superiore ai 10 milioni di franchi, contro 9740 un anno prima (-9,6%). Questi detenevano complessivamente 35,27 miliardi, contro i 37,04 nel 2007 (-4,76%).

La differenza tra le varie regioni è importante: il cantone più benestante (Nidvaldo con una sostanza media per contribuente di 768'000 franchi) è sei volte più ricco di quello più povero (il Giura con 121'000 franchi). In Ticino questo valore è di 191'000 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?