Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Berna - BELGRADO - Nel periodo di crisi economica gli emigrati serbi con le loro rimesse dall'estero hanno aiutato la Serbia più di quanto abbiano fatto il Fondo monetario internazionale (Fmi) e tutte le altre organizzazioni finanziarie. Lo ha detto il ministro per la diaspora Srdjan Sreckovic, che ha auspicato un maggiore impegno e coinvolgimento dei rappresentanti della diaspora serba sia per i flussi economici sia nella vita politica del paese.
"Numerosi nostri connazionali vogliono partecipare alla vita politica della Serbia. La mia missione è di articolare e coordinare le loro richieste e metterle nell'agenda di un dibattito pubblico nel paese", ha detto Sreckovic al quotidiano belgradese Vecernje Novosti.
Il ministro ha precisato che lo scorso anno le rimesse provenienti dalla diaspora sono ammontate a 5,5 miliardi di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS