Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Come preannunciato lo scorso 30 aprile, il Consiglio federale ha confermato la volontà di attribuire 45 milioni di franchi alla Croazia quale contributo all'allargamento dell'Ue. Spetta ora al Parlamento approvare il credito che verrà impiegato per progetti concreti nel Paese balcanico.

Il contributo era stato congelato dopo il "sì" svizzero all'iniziativa contro l'immigrazione di massa il 9 febbraio scorso. Tale decisione non era piaciuta a Bruxelles che aveva bloccato la partecipazione elvetica ai programmi Erasmus+, Orizzonte 2020 e Media.

A fine aprile, il Consiglio federale aveva deciso di trattare la Croazia, in merito alla libera circolazione delle persone, alla stessa stregua di tutti gli altri Stati Ue, rilanciando così i negoziati con Bruxelles sulle questioni istituzionali.

SDA-ATS