Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Croazia alle 7 di stamane si sono aperti i seggi per il ballottaggio delle presidenziali. Si tratta di una sfida dall'esito molto incerto tra il presidente uscente, il socialdemocratico Ivo Josipovic, e la diplomatica Kolinda Grabar Kitarovic, esponente del centro-destra.

Josipovic, che al primo turno due settimane fa ha ottenuto il 38,4 per cento dei voti, meno rispetto alle previsioni dei sondaggi, spera in una buona affluenza che porterebbe alle urne i moderati di sinistra, anti-nazionalisti e liberali a cui lui fa riferimento, rimasti a casa al primo turno a causa di una diffusa delusione nel governo di centro-sinistra al potere.

Grabar Kitarovic, che a sorpresa al primo turno ha ottenuto il 37,2%, appena l'1,2% (22 mila voti) in meno di Josipovic, spera proprio in questi malumori generati dalla stagnante recessione economica, entrata nel settimo anno consecutivo, promettendo di dare una spinta alle riforme e alla diffusa volontà di cambiamento.

Le urne chiuderanno alle 19, quando saranno diffusi i primi exit-poll, mentre i risultati definitivi si sapranno in tarda serata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS