Navigation

Croce Rossa Libica trova 37 corpi in fosse comuni

La Croce Rossa libica ha recuperato 37 corpi trovati in fosse comuni nella città di Tarhuna. KEYSTONE/EPA/STR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2020 - 22:04
(Keystone-ATS)

La Croce Rossa libica ha recuperato 37 corpi trovati in fosse comuni nella città di Tarhuna. Sono stati portati in un ospedale della città di Misrata, ha riferito oggi un portavoce della Croce Rossa ai giornalisti.

I sostenitori del governo riconosciuto a livello internazionale all'inizio del mese hanno riconquistato Tarhuna, a circa 70 chilometri a sud-est della capitale Tripoli, in precedenza in mano alle truppe del generale Chalifa Haftar. Quest'ultimo ha combattuto contro il governo di Tripolo, ma alla fine ha perso ampie zone. Tarhuna era per lui un'importante roccaforte nella Libia occidentale.

Secondo la missione dell'ONU in Libia (UNSMIL), la settimana scorsa erano state scoperte almeno otto fosse comuni, la maggior parte delle quali a Tarhuna. Il segretario generale dell'ONU António Guterres ha chiesto un'indagine approfondita e trasparente. Secondo la Croce Rossa libica, nell'ospedale di Tarhuna sono stati trovati 106 corpi, che devono essere identificati.

In Libia, ricca di petrolio, la guerra civile infuria dalla caduta di Muammar Gheddafi nel 2011. Le truppe governative sono sostenute dalla Turchia, Haftar da Egitto, Emirati Arabi Uniti e Russia.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.