Navigation

CRS invia beni d'emergenza a rifugiati siriani in Giordania

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2012 - 16:11
(Keystone-ATS)

La Croce Rossa svizzera (CRS) viene in aiuto ai siriani fuggiti in Giordania, inviando sul posto stoviglie, coperte di lana e articoli per l'igiene. Volontari della Mezzaluna rossa locale distribuiscono i beni d'emergenza a 500 famiglie particolarmente bisognose.

Un esperto di logistica è stato inoltre inviato nel paese mediorientale per valutare la situazione, indica la CRS in una nota odierna. Gran parte dei rifugiati siriani è ospitata da famiglie giordane: per questo motivo la CRS intende anche fornire un aiuto finanziario diretto a tali famiglie. Vuole inoltre fornire un aiuto medico d'urgenza in Libano.

Attualmente la CRS impiega 500'000 franchi in Siria, Giordania e Libano. Già in luglio l'organizzazione aveva inviato un'ambulanza in Siria e finanziato derrate alimentari e altri aiuti alle vittime del conflitto nel paese tramite il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR).

La scorsa settimana la Catena della solidarietà ha lanciato una colletta per i rifugiati nei paesi limitrofi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?