Navigation

Crypto International licenzia quasi tutto il personale

La Crypto International licenzia quasi tutti KEYSTONE/ALEXANDRA WEY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2020 - 10:59
(Keystone-ATS)

Crypto International - la società che ha succeduto a Crypto, l'azienda di Steinhausen (ZG) che sarebbe stata usata per decenni dai servizi segreti americani e tedeschi per spiare oltre 100 Stati - ha annunciato il licenziamento di quasi tutti i suoi impiegati.

Bernhard Neidhart, responsabile dell'Ufficio cantonale zughese dell'economia e del lavoro, ha confermato ieri in tarda serata a Keystone-ATS le informazioni pubblicate dalla Neue Zürcher Zeitung. L'ufficio è stato informato dell'apertura di una consultazione a causa di un possibile licenziamento collettivo, ha precisato senza fornire ulteriori dettagli.

Secondo la NZZ, Crypto International intende sopprimere 83 dei suoi 85 posti di lavoro in Svizzera. I impiegati coinvolti sono principalmente specialisti nel campo della sicurezza informatica. Questi licenziamenti sono collegati al rifiuto del Consiglio federale di concedere alla società una licenza di esportazione.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.