Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ogni aliquota giornaliera inflitta da un giudice deve essere di almeno 30 franchi al giorno, ma potrà essere ridotta a 10 frs. se il condannato non può per pagare. Il Consiglio degli Stati si è allineato oggi al Nazionale su questo punto.

Nell'ambito della riforma del diritto sanzionatorio gli Stati hanno tuttavia mantenuto una serie di divergenze con la Camera del popolo. Il dossier va in conferenza di conciliazione.

I "senatori" hanno seguito il Nazionale anche per quanto riguarda la concessione della condizionale. Potrà essere accordata per tutte le pene se non è giudicata necessaria la detenzione per scongiurare altri delitti.

Niente accordo invece sugli obblighi del giudice: se decide l'incarcerazione invece di una pena pecuniaria, secondo gli Stati deve motivare questa scelta. Al contrario del Nazionale, i "senatori" non vogliono inoltre che un procuratore che revoca la condizionale a causa di una recidiva possa pronunciare una sanzione supplementare fino a sei mesi.

La Camera dei cantoni propone pure di introdurre una disposizione per coordinare questo dossier col progetto di applicazione dell'iniziativa sul rinvio dei criminali stranieri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS