Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio degli Stati, con 22 voti contro sei e con undici astensioni, ha accolto oggi un controprogetto diretto all'iniziativa popolare che chiede l'espulsione di criminali stranieri. L'alternativa costituzionale prevede il rinvio solo per i reati gravi, ma in tutti gli ambiti.
Il testo elaborato dagli Stati riprende a livello costituzionale il controprogetto indiretto (ossia a livello di legge) del Consiglio federale.
Con 34 voti contro 6, i "senatori" hanno poi raccomandato a popolo e Cantoni di respingere l'iniziativa. Solo i deputati dell'Unione democratica di centro (UDC), che ne è la promotrice, auspicavano che il plenum invitasse a votare a favore sia dell'iniziativa sia del controprogetto. Per la maggioranza, l'iniziativa sarebbe difficilmente applicabile dato che viola vari elementi del diritto internazionale pubblico.
Stamane gli Stati non hanno comunque voluto annullare in toto o in parte il testo dell'UDC.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS