La corrispondenza va distribuita in linea di principio a tutte le economie domestiche entro le 12:30, anche nelle regioni periferiche.

Dopo la Camera del popolo, oggi anche il Consiglio degli Stati ha approvato una mozione in tal senso del consigliere nazionale Martin Candinas (PPD/GR).

Bocciata, invece, una seconda mozione di Candinas che chiedeva di vietare alla Posta di delocalizzazione impieghi all'estero (22 voti a 17 e un astenuto). Niente da fare nemmeno per la richiesta del consigliere nazionale Jakob Büchler (PPD/SG) di una migliore accessibilità degli uffici postali e dei servizi di pagamento, tenendo conto delle specificità regionali (mozione respinta tacitamente) e di quella di Ida Glanzmann (PPD/LU), che proponeva di innalzare da 500 a 5000 franchi il tetto massimo per i prelievi in tutti gli uffici (pure bocciata in modo tacito).

Secondo gli Stati, gli obiettivi di questi tre atti parlamentari sono già stati raggiunti o lo saranno prossimamente.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.