Navigation

CSt: senatori vogliono regolamentate ilsuicidio assistito

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2011 - 11:09
(Keystone-ATS)

Le attività delle associazioni che praticano il suicidio assistito vanno meglio regolamentate. Né è convinto il Consiglio degli Stati che ha tacitamente adottato oggi un postulato di Luc Recordon (Verdi/VD). La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha promesso che il governo presenterà alcuni provvedimenti entro l'estate.

Per Recordon è necessario un chiaro quadro legale per evitare una deriva commerciale di queste associazioni. Una delle possibilità è obbligare quest'ultime alla trasparenza contabile. In questo modo sarebbe possibile verificare che queste organizzazioni non abbiano approfittato della situazione di bisogno dei candidati al suicidio.

Recordon ha anche affermato che non bisogna comunque neanche spingersi troppo oltre, per esempio introducendo ostacoli all'approvvigionamento dei prodotti letali, per evitare il ricorso a metodi indecorosi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?