Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella promozione turistica le due Camere sembrano non trovare un accordo. Il Nazionale per i prossimi quattro anni vuole spendere 220,5 milioni di franchi, mentre gli Stati insistono nel voler portare il budget di Svizzera turismo a 230 milioni.

Secondo i "senatori", un abbassamento dei mezzi equivarrebbe ad un calo della pubblicità per la Svizzera, ha affermato a nome della Commissione Stefan Engler (PPD/GR). In questo modo si rischia la perdita di 500'000 pernottamenti. La diminuzione del turismo provocata dalla forza del franco è infatti compensabile solo con una maggiore pubblicità, ha aggiunto Engler.

Quella relativa al turismo è una delle numerosi voci che compongono la strategia relativa alla Piazza economica negli anni 2016-2019. Controversa è anche la promozione dell'E-government, il cui scopo è sgravare da un punto di vista amministrativo le piccole e medie imprese (PMI), ad esempio permettendo di comunicare con le autorità in forma elettronica. Il Nazionale vuole spendere 12,4 milioni in questo progetto, 5,3 milioni in meno rispetto al Consiglio federale. Gli Stati hanno però respinto i tagli.

Le due Camere si sono invece già accordate su altri temi. Ad esempio, l'importo destinato alle esportazioni, in particolare verso nuovi mercati, sarà di 94 milioni di franchi, al posto degli 89,6 proposti dal governo.

Il credito quadriennale per la promozione dell'innovazione, della collaborazione e dello sviluppo delle conoscenze (Innotour) sarà dal canto suo aumentato di 30 milioni di franchi. Inoltre, 16,4 milioni saranno spesi per l'insediamento di imprese in Svizzera.

In totale, la fattura prevista dal Consiglio degli Stati raggiunge i 388,1 milioni, contro i 368,9 milioni del Nazionale. Inizialmente, il governo proponeva una spesa di 374,2 milioni, contro i 359,5 milioni per il periodo 2012-2015.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS