Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'artista Tania Bruguera è stata fermata ieri sera per la terza volta dai servizi di sicurezza cubani, insieme ad almeno una decina di oppositori che si erano concentrati davanti al carcere di Vivac a Calabazar, nella periferia dell'Avana, per esigere la liberazione dei dissidenti arrestati nel quadro di un'operazione di repressione lanciata martedì per impedire lo svolgimento di una performance sulla Plaza de la Revolucion, nel centro della capitale cubana.

Secondo informazioni diffuse dai media vicini alla dissidenza, fra le persone fermate si trovano Antonio Gonzalez-Rodiles, Ailer Gonzalez, Agustin Lopez, Adnaloy Rodriguez e Margarita Rodriguez, e anche se mancano dettagli sul numero esatto di detenuti la blogger dissidente Yoani Sanchez ha pubblicato un tweet nel quale ha espresso "molta preoccupazione per la nuova ondata di arresti fra gli attivisti".

Secondo la testata digitale "Diario de Cuba", il nuovo fermo di Bruguera - il terzo in altrettanti giorni - è stato confermato da fonti della famiglia dell'artista.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS