In occasione del viaggio del Papa all'Avana e nelle altre due città della visita le autorità hanno portato a termine "un'operazione di 'pulizia socialè" spostando dalle strade, e "internando", mendicanti, malati mentali, persone indifese, denuncia la dissidenza.

L'obiettivo è quello di tenere queste persone fuori dalla vista di pellegrini, stampa straniera e altri visitanti, ha precisato in una nota la Commissione cubana dei diritti umani e riconciliazione nazionale (Ccdhrn).

Anche l'Unione patriottica di Cuba (Unpacu) ha tramite il suo leader, Josè Daniel Ferrer, fatto circolare una nota nella quale denuncia arresti arbitrari di oppositori pacifici.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.