Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo cubano ha ordinato l'immediata chiusura di decine di sale cinematografiche e sale giochi private, sorte di recente all'interno di ristoranti ed altri esercizi. La motivazione è che queste sale non sono mai state autorizzate e che è necessario mettere ordine nelle attività economiche private. Lo riferisce la BBC sul suo sito.

Il governo di Cuba recentemente ha permesso l'apertura di alcune attività private, come piccoli ristoranti, laboratori di sartoria e taxi. Alcuni imprenditori però hanno ampliato queste attività con sale cinematografiche o da videogame.

"Le esibizioni di cinema (comprese le sale in 3D) e i videogiochi cesseranno immediatamente qualunque tipo di attività economica privata", si legge in un annuncio del governo pubblicato sul quotidiano ufficiale Granma. Il comunicato minaccia dure azioni contro le violazioni della legge e motiva la mossa con la necessità di instillare "disciplina" nel settore privato. "Non si tratta di un passo indietro - precisa la nota -. Al contrario, continueremo con decisione a rinnovare il nostro modello economico".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS