Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'AVANA - Una nuova piattaforma "Nuevo Pais" (Nuovo Paese) è stata costituita a Cuba e raccoglie firme per "costruire la Cuba dei cittadini", secondo quanto hanno affermato oggi alcuni dei suoi cento promotori.
Fra i promotori iniziali, di cui circa la metà vive fuori Cuba, ci sono i dissidenti Darsi Ferrer e Manuel Cuesta Morua, portavoce di Arco progressista, di tendenza socialdemocratica.
Le firme raccolte in favore di richieste come la consegna di terre in proprietà o la liberalizzazione del lavoro saranno consegnate all'Assemblea nazionale.
Morua, il quale ha detto di proporre "una visione di Stato seria e matura", ha fiducia nel successo dell'iniziativa perché "c'è una nuova sensibilità sociale a proposito del destino del Paese che può essere sfruttata".
La piattaforma crede che con la morte il 23 febbraio di Orlando Zapata, il dissidente detenuto morto dopo 85 giorni di sciopero della fame, "sia nata una nuova era politica malgrado sia cominciata con il piede sbagliato".
Il governo considera i dissidenti "mercenari" pagati dagli Stati Uniti.

SDA-ATS