Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia "non dimenticherà mai quello che deve agli Stati Uniti": lo ha detto oggi il presidente François Hollande al presidente americano Barack Obama, aprendo nel cimitero di Colleville-sur-Mer, in Normandia, la cerimonia di commemorazione dei soldati Usa caduti durante lo Sbarco alleato del 6 giugno 1944.

"Celebriamo oggi - ha detto Hollande a 70 anni dallo sbarco alleato per liberare l'Europa - una data memorabile della nostra storia, in cui i nostri due popoli si sono uniti in una stessa battaglia, quella della libertà".

L'intensa giornata di festività è cominciata con la commemorazione nazionale francese, presieduta da Hollande, al Memoriale di Caen, in omaggio alle 20.000 vittime civili della battaglia di Normandia.

Alle 10:30 il capo dell'Eliseo ha raggiunto il presidente Barack Obama al cimitero, americano di Colleville-sur-mer, a picco su Omaha Beach, dove erano attese 10.000 persone.

Una ventina di capi di Stato e di governo, tra cui lo stesso Hollande, Vladimir Putin (Russia), Barack Obama (Usa), Angela Merkel (Germania), Petro Poroshenko (Ucraina), Giorgio Napolitano e la regina Elisabetta, devono poi riunirsi insieme ai veterani al castello di Bénouville, luogo simbolo della resistenza, per un pranzo ufficiale con cinque grandi chef locali.

La cerimonia internazionale comincerà alle 13.30 a Ouistreham, sulla spiaggia di Sword Beach, dove sbarcarono i soldati britannici e francesi. Per l'occasione, cinquecento musicisti e 650 figuranti ricorderanno in quattro atti, per quarantacinque minuti, gli eventi del D-Day.

Alle 16:55, la cancelliera Angela Merkel si raccoglierà al cimitero di Ranville, dove sono sepolti i soldati tedeschi.

Quanto alle cerimonie binazionali, se ne prevedono sette in totale, con Usa, Regno Unito, Canada, Olanda, Danimarca, Norvegia e Polonia. Domenica, mille paracadutisti militari e civili si lanceranno su Sainte-Mère-Eglise. Ma tra concerti, esposizioni, proiezioni, le cerimonie andranno avanti per tutta l'estate, con circa 400 eventi da giugno a settembre.

Il 6 giugno del 1944 sbarcarono in Normandia circa 130.000 uomini. A fine luglio, il numero di alleati salì a 1,5 milioni. La battaglia di Normandia causò in totale 37.000 vittime tra gli alleati, e 50.000-60.000 morti da parte tedesca.

SDA-ATS