Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non sono solo la lotta alle notizie bufala, ma anche il contrasto a linguaggio violento, insulti e troll, i disturbatori in rete. Google scende in campo contro i commenti tossici in rete e schiera l'intelligenza artificiale.

Ha messo a punto una tecnologia testata insieme al New York Times e Wikipedia. Si chiama Perspective e aiuta i media ad individuare i commenti violenti alle notizie online. È disponibile gratuitamente da oggi per la lingua inglese, ed è inizialmente rivolta agli editori.

Perspective, nata all'interno dell'incubatore di Google che si chiama Jigsaw, sfrutta il "machine learning", una forma di intelligenza artificiale, per analizzare i commenti degli utenti e assegnar loro un punteggio di "tossicità". Saranno poi gli editori a decidere come utilizzare queste informazioni, ad esempio scegliendo di eliminare alcuni commenti.

Gli sforzi per arginare il linguaggio violento in rete sono molteplici anche da parte di altre compagnie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS