Navigation

Da Tokyo scuse a coreani per anni colonizzazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2010 - 08:48
(Keystone-ATS)

TOKYO - Il primo ministro giapponese Naoto Kan ha presentato oggi, in una dichiarazione pubblica, le scuse al popolo coreano per le sofferenze inflitte nei 35 anni della colonizzazione della Corea da parte del Giappone.
"Esprimo qui ancora una volta il mio profondo rammarico e la mia sincere scuse per le sofferenze e il danno immenso inflitte dal regime coloniale", ha detto Khan.
La dichiarazione, approvata dal governo nel corso di una riunione mattutina, coincide con l'anniversario, questo mese, del centenario dell'annessione della penisola coreana.
Il Giappone firmò un trattato d'annessione il 22 agosto 1910, entrato in vigore il 29 agosto dello stesso anno. La colonizzazione terminò il 15 agosto 1945, quando il Giappone si arrese alla fine della Seconda guerra mondiale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.