Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La visita di cinque giorni in Svizzera del Dalai Lama si è conclusa oggi con una conferenza all'Hallenstadion di Zurigo. Circa 10'500 persone hanno ascoltato il leader spirituale buddista tibetano parlare di "responsabilità universale e economia".
Durante il suo intervento il Dalai Lama ha ammesso di avere ben poche conoscenze di economia. "Quello che so - ha aggiunto - è che la crisi economica recente ha suscitato serie preoccupazioni in molti paesi". Discutendo con amici, fra cui anche uomini d'affari, è giunto alla conclusione che la crisi globale ha a che vedere con il nostro atteggiamento mentale. Manca una visione d'insieme. Il senso del bene comune e i principi morali sono andati persi. Ma per essere più felici, gli uomini hanno bisogno di questi principi, ha detto.
Già sabato migliaia di persone avevano partecipato alla manifestazione di solidarietà con il Tibet organizzata nel centro storico di Zurigo. Il Dalai Lama ha parlato per la pima volta direttamente alla popolazione. Finora in Europa era successo solo una volta, due anni or sono a Berlino, davanti alla porta di Brandeburgo, ha detto all'ATS Migmar Raith, portavoce della società Amicizia Svizzera-Tibet (GSTF).

SDA-ATS