Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo siriano ha dato vita a milizie ausiliarie, composte da almeno 10mila civili, tra cui figurano donne, con l'obiettivo dichiarato di sostenere l'esercito governativo contro i terroristi, termine usato dalla retorica ufficiale per indicare i ribelli anti-regime. Lo riferisce il canale in arabo della TV di stato russa, che cita una fonte siriana ben informata e vicina al governo.

Secondo la fonte, all'inizio di gennaio il ministero della difesa di Damasco ha dato il via libera alla nascita dell'Esercito di difesa nazionale. Questo - secondo quanto si apprende dal profilo Facebook della nuova milizia pro-regime - è stato già impiegato nei giorni scorsi a Daraya, sobborgo della capitale controllato dai ribelli. Milizie di irregolari lealisti, noti come shabbiha, sono state usate dal regime sin dalla primavera del 2011 per reprimere le proteste per lunghi mesi rimaste pacifiche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS