Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Otto fra i maggiori giganti di internet, AOL, Twitter, Yahoo, Microsoft, Facebook, Google, Apple e LinkedIn, hanno scritto una lettera aperta al presidente americano Barack Obama chiedendo una riforma della sorveglianza elettronica dopo lo scandalo Datagate e le rivelazioni della 'talpa' Edward Snowden.

È quanto si legge sul sito del britannico Guardian. "Le rivelazioni hanno messo in evidenza il bisogno urgente di riformare le pratiche di sorveglianza dei governi su scala mondiale", si legge nella lettera che fa parte di una campagna ad hoc creata sul sito.

"L'equilibrio in molti Paesi si è sbilanciato in modo eccessivo in favore dello Stato a discapito dei diritti degli individui, diritti che sono sanciti dalla nostra Costituzione. Questo mina le libertà che tutti noi abbiamo a cuore. È tempo di cambiare".

Secondo la 'ceo' di Yahoo, Marissa Mayer, "le ultime rivelazioni sulle attività di sorveglianza hanno scosso la fiducia dei nostri utenti, ed è ora che il governo Usa agisca per restaurare la fiducia dei cittadini in tutto il mondo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS