Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La principale agenzia di intelligence brasiliana ha spiato diplomatici stranieri nel paese, sia nelle loro attività ufficiali sia nelle residenze, secondo un rapporto interno diffuso dal quotidiano Folha di Sao Paulo. Il documento, compilato dall'Ancia Brasileira de Inteligencia (Abin) include dettagli su una decina di operazioni di intelligence nel biennio 2003-2004 e dimostra che, scrive il giornale, "perfino paesi ai quali si è avvicinato il Brasile negli ultimi anni, come Russia e Iran", sono stati nel mirino.

Diplomatici russi implicati nelle trattative per l'acquisto di materiale militare sono stati, ad esempio, pedinati e fotografati nei loro spostamenti, mentre funzionari dell'ambasciata iraniana sono stati monitorati per registrare i loro contatti locali, tanto nella sede diplomatica come nelle loro residenze.

Il quotidiano sottolinea che una serie di fonti dell'intelligence - ufficiali militari, ex agenti ed ex funzionari - hanno confermato il contenuto del rapporto, alcuni ammettendo che hanno partecipato direttamente a queste operazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS