Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Debitori inadempienti: cifre in aumento (foto simbolica)

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Il tasso dei debitori inadempienti è aumentato al 5,6%, dal 5,3% dello scorso anno, e il fenomeno tocca in particolare i cantoni della Svizzera romanda, secondo un'inchiesta del servizio di informazioni economiche CRIF.

In cifre assolute si è passati da un rilevamento all'altro da 441'706 a 471'816 persone.

Le cifre più alte si riscontrano nel cantone di Ginevra (9,2%), davanti a Neuchâtel (9,1%), Basilea Città (7,6%) e Vaud (7,3%). In fondo alla classifica si situano Appenzello esterno (1,4%, il livello più basso su scala nazionale) e i cantoni di Uri, Zugo, Obwaldo e Nidwaldo, tutti con percentuali inferiori al 3%. Il Ticino presenta una quota del 6,8%.

CRIF sottolinea che nelle città i ritardi nei pagamenti sono più frequenti rispetto alle regioni rurali. Il valore più alto (11,7%) viene fatto segnare da La Chaux-de-Fonds (NE), ma anche Bienne evidenzia un tasso doppio (10,7%) rispetto alla media del cantone di Berna (5%). Al 10% si situa pure la città di Ginevra.

Nella Svizzera tedesca le città maggiormente in difficoltà sono Basilea (7,7%) e San Gallo (7,1%, a fronte del 5% sul piano cantonale). Zurigo se la cava con un 5,5%, mentre Lugano (4,8%) presenta dati migliori rispetto alla media del cantone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS