Tutte le notizie in breve

Debitori inadempienti: cifre in aumento (foto simbolica)

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Il tasso dei debitori inadempienti è aumentato al 5,6%, dal 5,3% dello scorso anno, e il fenomeno tocca in particolare i cantoni della Svizzera romanda, secondo un'inchiesta del servizio di informazioni economiche CRIF.

In cifre assolute si è passati da un rilevamento all'altro da 441'706 a 471'816 persone.

Le cifre più alte si riscontrano nel cantone di Ginevra (9,2%), davanti a Neuchâtel (9,1%), Basilea Città (7,6%) e Vaud (7,3%). In fondo alla classifica si situano Appenzello esterno (1,4%, il livello più basso su scala nazionale) e i cantoni di Uri, Zugo, Obwaldo e Nidwaldo, tutti con percentuali inferiori al 3%. Il Ticino presenta una quota del 6,8%.

CRIF sottolinea che nelle città i ritardi nei pagamenti sono più frequenti rispetto alle regioni rurali. Il valore più alto (11,7%) viene fatto segnare da La Chaux-de-Fonds (NE), ma anche Bienne evidenzia un tasso doppio (10,7%) rispetto alla media del cantone di Berna (5%). Al 10% si situa pure la città di Ginevra.

Nella Svizzera tedesca le città maggiormente in difficoltà sono Basilea (7,7%) e San Gallo (7,1%, a fronte del 5% sul piano cantonale). Zurigo se la cava con un 5,5%, mentre Lugano (4,8%) presenta dati migliori rispetto alla media del cantone.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve