Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un comportamento "molto discutibile", ma che non stupisce: così il sindaco del comune grigionese di Vaz/Obervaz commenta le rivelazioni della "Basler Zeitung" secondo le quali la consigliera nazionale Susanne Leutenegger Oberholzer (PS/BL) ha acquistato un appartamento nella frazione di Valbella due settimane prima del voto sulle residenze secondarie, mentre sedeva nel comitato di sostegno all'iniziativa.

Se quanto scaturito dalle ricerche giornalistiche corrisponde al vero sarebbe molto discutibile, afferma il sindaco Urs Häusermann in un'intervista pubblicata oggi dalla "Basler Zeitung" (BaZ). "D'altra parte non mi sorprenderebbe troppo: è noto che anche i principali promotori dell'iniziativa (la famiglia dell'ecologista Franz Weber, ndr) sono proprietari di diverse residenze secondarie".

"Da un politico ci si aspetta che si impegni per una causa e che la difenda in modo convinto e coerente", osserva Häusermann. Tutti hanno diritto ad avere una casa di vacanza, ma una personalità politica ha anche obblighi morali: se non li rispetta ne va della sua credibilità. Il fatto che stando alla ricostruzione della Baz la deputata renana, personalità molto nota in tutta la Svizzera, abbia comprato l'appartamento attraverso una società non cambia nulla, sostiene il sindaco.

Secondo Häusermann Vaz/Obervaz sta soffrendo della situazione di incertezza creata dall'iniziativa. C'è meno lavoro per gli artigiani locali e sono in calo le domande di costruzione. "Credo che gli iniziativisti non si aspettassero che la proposta fosse accolta. Questo è spesso un problema riguardo alle iniziative".

Il comune di Vaz/Obervaz - a cui fa capo Valbella - è conosciuto per la forte presenza di case di vacanza. La regione ha vissuto una corsa agli immobili, visto il profilarsi di normative più restrittive. Fra chi si è affrettato, secondo quanto rivelato ieri dalla "Basler Zeitung", figura anche la politica renana.

Al centro della vicenda vi è per l'attico di quattro camere e mezzo in uno stabile di lusso. Il passaggio di proprietà è stato inserito nel registro di commercio il 21 febbraio 2012, poco prima del voto con cui il popolo svizzero l'11 marzo.

L'acquirente era la "Riva Chur AG" che ha come presidente del consiglio di amministrazione Susanne Leutenegger Oberholzer: gli altri due membri dell'organo di sorveglianza sono la sorella e la nipote. La società ha sede a Coira, dove ha le sue radici anche la consigliera nazionale. Sempre secondo la "BaZ", che si rifà ad esperti locali, l'alloggio dovrebbe essere costato circa 900'000 franchi.

Interrogata dal giornale circa una possibile contraddizione tra il suo impegno politico in difesa dell'iniziativa Weber e la sua attività privata di investitrice a Valbella la deputata ha negato qualunque contraddizione. In un primo tempo ha affermato di non avere una residenza secondaria. Poi ha ammesso di alloggiare regolarmente nell'attico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS