Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le diverse autorità cantonali devono migliorare lo scambio di informazioni sui detenuti pericolosi. Riunita oggi a Delémont, la Conferenza latina dei capi di Dipartimento di giustizia e polizia (CLDGP) propone ai cantoni di dotarsi di una base legale in tal senso.

"I professionisti che si occupano di un detenuto devono essere autorizzati a informare l'autorità competente di fatti rilevanti che possono avere un'influenza sulla valutazione della sua pericolosità. E ciò nonostante il segreto professionale", indica stasera la CLDGP in una nota.

La Conferenza latina ha pure deciso di studiare la possibilità di menzionare nel Registro nazionale di polizia che una persona detenuta sia considerata pericolosa.

Queste misure intervengono dopo gli assassini della socioterapeuta ginevrina Adeline e della giovane vodese Marie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS