Navigation

Deutsche Bank: utile sotto attese a 1,2 miliardi euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2011 - 11:42
(Keystone-ATS)

Deutsche Bank accusa l'impatto della crisi greca. L'utile netto della prima banca tedesca ha segnato un modesto incremento del 3,3% nel secondo trimestre dell'anno a 1,2 miliardi di euro. Le previsioni degli analisti erano per 1,3 miliardi.

"Nonostante le crescenti difficoltà delle condizioni del mercato il nostro modello di business ha dimostrato di essere robusto", ha detto l'amministratore delegato dell'istituto Josef Ackermann, commentando i risultati. "I nostri sforzi per ricalibrare e riequillibrare la nostra piattaforma stanno dando risultati", ha aggiunto.

A causa della propria esposizione sui titoli di stato ellenici, Deutsche Bank ha indicato che nel secondo trimestre ha accatonato 155 milioni di euro, precisando che l'esposizione totale nelle nazioni in vario modo interessate alla crisi, dalla Grecia all'Irlanda al Portogallo, ma anche Spagna e Italia, ammonta a 3,7 miliardi di euro alla fine di giugno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.