Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) "sostiene" l'idea di mettere sotto controllo internazionale le armi chimiche quale mezzo per ristabilire il dialogo in Siria in vista di una soluzione negoziata del conflitto.

In una nota diramata oggi definisce "incoraggianti" le reazioni positive, in particolare da parte degli Stati Uniti, alla proposta russa in tal senso.

"La Svizzera - prosegue il comunicato - reitera il suo appello alla responsabilità di tutte le parti per giungere a una soluzione politica e per proteggere la popolazione civile, conformemente alle regole del diritto internazionale".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.