Navigation

Dimissioni Merz: la posizione dei liberali-radicali

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2010 - 13:45
(Keystone-ATS)

BERNA - Il presidente del Partito liberale-radicale Fulvio Pelli ha espresso rincrescimento per la decisione di Hans-Rudolf Merz di ritirarsi nel mese di ottobre. "È un consigliere federale che merita tutto il nostro rispetto. Il popolo si renderà conto solo in futuro dell'importanza dell'operato del miglior ministro delle finanze d'Europa".
Pelli ha sottolineato l'impegno e la lungimiranza di Merz nell'ambito della crisi finanziaria che ha "saputo anticipare i tempi". Decidendo l'intervento statale in favore dell'UBS, Hans-Rudolf Merz ha assunto le proprie responsabilità, ricavando un vantaggio per la Confederazione". Merz ha permesso alla Svizzera di superare la crisi finanziaria senza eccessive difficoltà.
La presidente del gruppo liberale alle Camere, consigliera nazionale Gabi Uber (UR), ha quindi ribadito il diritto del suo partito a rivendicare il seggio in governo di Merz. "Coloro che pensano di sottrarre questo seggio, mettono in pericolo il principio della concordanza e giocano con il fuoco", ha sottolineato Gabi Huber, rispondendo a certi appetiti, quelli dei Verdi in primis.
Pelli ha aggiunto che lui e la signora Huber hanno cercato di convincere Hans-Rudolf Merz di rimanere in governo fino alla fine della legislatura, l'anno prossimo. "Ma la decisione di un consigliere federale va rispettata", ha sottolineato Pelli, ricordando che né lui né la sua collega si condideranno alla successione. È comunque prematuro per parlare di una doppia candidatura.
Per Pelli è opportuno che il Dipartimento federale delle finanze (DFF) rimanga in mani radicali. "Avete visto gli ottimi risultati conseguiti da Merz e quelli realizzati dall'ex consigliere federale socialista Otto Stich quando dirigeva il DFF, ha osservato.
Segue

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.